Lifestyle

stare davanti al fuoco...

... e contemplarne anche per ore le calde sfumature cromatiche è un piacere apparentemente banale e misterioso che da milioni di anni cattura l’attenzione dell’uomo. La forza ammaliatrice del fuoco tocca con delicata potenza le corde più profonde del nostro inconscio. Il fuoco inoltre non teme il buio, non teme il freddo e ha sempre protetto l’uomo rischiarando e scaldando la sua caverna. Il fuoco è un’invenzione della natura che trasmette il medesimo piacere a tre diverse filosofie della vita: la solitudine, la compagnia e la famiglia. Stare davanti al fuoco ci predispone a riflettere su noi stessi e sul nostro vissuto, ma anche a interrompere per un po’ il flusso dei nostri pensieri. Il fuoco ha il potere ipnotico di infondere e irradiare tranquillità e pacatezza. Ma l’uomo di oggi non ha il tempo di essere tranquillo e pacato. La casa è l’oasi dove proteggersi dall’aggressione dei ritmi di oggi. Il fuoco domestico consolida i riti della famiglia e rinforza i rapporti di amicizia. Davanti ad un ceppo scoppiettante l’uomo riesce ad annullare tutta l’evoluzione storica, a distaccarsi dall’attualità e a riscoprire il suo “essere”.
Producendo stufe e cucine a legna, Wekos promuove un nuovo stile di vita costruito intorno all’uomo e non intorno alle cose. In azienda, oltre al “Centro ricerche” in cui lavorano i tecnici per apportare ai prodotti continue migliorie e, al “Centro collaudi”, dove si verifica la qualità delle stufe, c’è la cultura delle cose costruite per proporre o suggerire di adottare un nuovo modo di vivere.
Chi apre le porte di casa propria per far spazio ad una stufa a legna lo fa per dare una caloria in più (e non in senso termico!) al suo modo di mettersi in relazione con le persone, con le cose, con il mondo.
I titolari dell’azienda di Sommacampagna possono e sanno trasferire la propria filosofia di vita nelle cose che fanno per mestiere. Ecco cos’hanno in più le stufe e le cucine Wekos.